Giardino Relais Cloris Giardino Relais Cloris Giardino Relais Cloris Giardino Relais Cloris

Il giardino

Io, ora chiamata Flora, ero Cloris: la prima lettera in Greco Del mio nome, fu corrotta dalla lingua latina...." I Fasti, di P. Ovidio Nasone, libro V

Dalla Dea dei Fiori prende il nome La Corte di Cloris: il giardino interno, sereno e rigoglioso, è un luogo ameno dove la Dea si circonda della sua corte di fiori e piante, accompagnata dal suo innamorato Zefiro, il vento di Primavera.

Narrano i miti che la Rosa nacque dal passo di Cloris, poi Flora per i latini, che inciampando su una bellissima ninfa ormai senza vita decise di risvegliarla nelle sembianze della regina dei fiori: la Rosa. E se la Rosa è la Regina, la Corte di Cloris ne è la reggia, dove può apparire nelle sue tante forme, nei suoi tanti colori, nei suoi dolci profumi.

Un'altra trasformazione attuata dalla Dea, questa volta una ripicca per l'amore tradito con il suo amante Zefiro, trasformò la ninfa Anemone in un meraviglioso fiore che porta ora il suo stesso nome; anche Anemone soggiorna nella Corte della Dea Cloris, ne fa parte e la arricchisce, segue la Dea e ne tesse le lodi, ma è destinata a non incontrare più il Suo amato e amante perché obbligata a sfoggiare la sua meravigliosa bellezza fiorita nei tempi che precedono la Primavera, cosicché sia già scomparsa quando la stagione mite arriva spinta dolcemente da Zefiro.

 


La Corte è il cuore e anima del Relais, una vera oasi di pace e serenità a Firenze dove rilassarsi tra colorati fiori profumati e i suoni dell'acqua e degli uccelli. Il giardino è attrezzato con panchine dove poter leggere un buon libro o semplicemente fermarsi per recuperare le energie. Nel pomeriggio è disponibile, all'interno della Hall, un servizio di thè e caffè americano gratuiti.

 

prenota:

Quando desidera arrivare?